Mappa concettuale: Illuminismo in Italia (1750)



A Milano nell'Accademia dei pugni, guidata da Pietro Verri che pubblica la rivista "Il Caffè" che tratta di economia, legge, letteratura, dove vi collabora Cesare Beccaria, nonno di Alessandro Manzoni. Beccaria scrive "Dei delitti e delle pene", per prevenire anziché reprimere, contro la pena di morte e la tortura, per la difesa e dignità della persona.
A Napoli, Carlo III di Borbone fu guidato dagli intellettuali Gaetano Filangieri, Ferdinando Galiani e Antonio Genovesi.
In Toscana, il Granduca Pietro Leopoldo abolì la pena di morte e la tortura, poi tolse le tasse sul grano.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".