Riassunto: L'isola del tesoro, Stevenson


Riassunto:
In questo libro l’autore narra la storia di un ragazzo di nome Jim Hawkins che abitò insieme ai suoi genitori alla locanda “Ammiraglio Benbow”, dove lavorava con sua madre perché suo padre era malato. Lui veniva visitato spesso dal dottor Livesey. Un giorno arrivò alla locanda il capitano Billy Bones che molte volte ricevette visite da parte di alcuni pirati, che lo volevano uccidere. Infatti gli venne assegnato il segno nero e morì perché bevve troppo rum. In un suo vecchio barile Jim trovò delle monete e una mappa del tesoro, che fece subito vedere al dottore e al conte. Il conte allora organizzò una spedizione per trovare il tesoro nascosto dal più temuto pirata, Flint. L’equipaggio era composto dal capitano Smollett, da marinai, alcuni dei quali erano stati pirati a servizio di Flint, e da un cuoco di bordo, Long John Silver. Tutti partirono su una nave, di nome Hispaniola. Un giorno del viaggio Jim si nascose in un barile di mele e sentì la conversazione fra Long John e un marinaio. Quegli rivelò un piano attraverso il quale potrebbero prendersi per loro il tesoro e scappare con la nave, abbandonando gli altri sull’isola. Jim raccontò tutto al dottore, al conte e al capitano e tutti insieme pensarono a un modo per difendersi al meglio, prendere il tesoro e non farsi rubare la nave.
Arrivarono all’isola e la banda di Silver scese a terra insieme a Jim, che nascosto nella foresta vide Long John uccidere Tom, uno dei marinai. Cercando il modo di ritornare alla nave incontrò Ben Gunn, un pirata abbandonato sull’isola, che gli disse di avere un canotto, nel caso in cui decidesse di andarsene. Poi Jim trovò il modo di ritornare alla nave e avvisò gli altri del pericolo. Così il dottore, il conte, il capitano, i pochi marinai fedeli e Jim riuscirono a fuggire sull’isola con delle provviste e costruirono una palizzata.
Subirono degli attacchi da parte di Silver, che era diventato capitano e dalla sua banda. In questo modo vennero uccisi alcuni pirati, ma anche dei marinai fedeli. Ci furono inoltre dei feriti. Allora Jim decise di scappare e andò a prendere il canotto di Ben Gunn. Con esso riuscì ad arrivare alla nave, tagliare l’ancora e salire. Sul ponte vide Israel Hands, un marinaio che voleva ucciderlo, ma venne ucciso lui da Jim, che si procurò solo qualche ferita. Così il ragazzo entrò in possesso della nave e la portò nella parte nord dell’isola. Poi ritornò alla palizzata, ma invece di trovare i suoi compagni trovò  Silver e la sua banda che inizialmente volevano ucciderlo, ma poi Long John prese le difese del ragazzo. Allora gli altri si ribellarono. Comunque il Capitano Silver li convinse che non c’era motivo di ucciderlo, ma era più importante come ostaggio. Avendo la mappa tutti i pirati partirono alla ricerca del tesoro, ma quando dopo tante paure arrivarono, non trovarono niente. Infatti il tesoro era stato preso prima da Ben Gunn e in seguito il dottore, il conte e il capitano abbandonarono la palizzata e diedero la mappa a Silver per rifugiarsi nella caverna di Ben Gunn dove c’erano abbastanza provviste per tutti. Infine il dottore venne a salvare Silver e Jim dai tre pirati, che si ribellarono. In seguito caricarono il tesoro sull’ Hispaniola e cominciarono il viaggio verso il ritorno in patria, lasciando i pirati ribelli sull’isola. La notte si fermarono in un golfo per riposarsi. In quella notte Long John Silver scomparve, per sfuggire alla morte, con una piccola parte del tesoro e non si fece più vedere. Arrivarono in patria impiegando poco tempo. Però solo cinque delle persone partite ritornarono da questa spedizione e queste si divisero fra di loro il tesoro.

Autore: Louis Robert Stevenson (interno)
Personaggio principale: Jim Hawkins
Personaggi secondari: Capitano Bill Bones, Dottor Livesey, Conte, Capitano Smollett, Long John, Silver (cuoco di bordo, Capitano), Ben Gunn (uomo dell’isola), Madre di Jim, Israel Hands (marinaio), Tom (marinaio ucciso da Silver).

Ambiente: mare, isola, locanda “Ammiraglio Benbow”(Inghilterra)
Data: XVII secolo
Durata: alcuni mesi

Commento:
Questo libro mi è piaciuto molto perché racconta le avventure sul mare di un ragazzo molto giovane, che è riuscito grazie al suo coraggio ad affrontare i pirati e a trovare il tesoro.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".