luglio 2014
     

Banner di Scuolissima

Uno dei tanti modi per contribuire a migliorare il blog Scuolissima è quello di diffonderlo su internet, cioè linkandolo per aiutarci a scalare posizioni su Google. Linkare un sito può essere considerato una pratica di spam se fatta sui siti degli altri, per cui linkateci solamente se i siti/blog/forum sono di vostra proprietà. Sui social network (tipo Facebook, Google+, Twitter) invece potete linkarci tutte le volte che lo ritenete più opportuno.

1) Il link classico della pagina iniziale:  www.scuolissima.com
Va bene per i social network, per le email ed  messaggi privati ma non per i siti in quanto non è cliccabile.


2) Se siete in possesso di un sito/blog/forum e volete mettere un link che rimanda a Scuolissima, dovete inserirlo in modalità HTML in questo modo:
<a href="http://www.scuolissima.com/" target="_blank">Scuolissima</a>
Esempio: Scuolissima


3) Se al semplice testo volete aggiungere un banner perché già siete in possesso di un'area riservata ai siti consigliati/affiliati allora il codice da usare sarà il seguente:
<a href="http://www.scuolissima.com/" target="_blank"><img border="0" src="http://2.bp.blogspot.com/-Hu_ftKB8oEk/U9qiqFz8O3I/AAAAAAAAYEY/NSkT7uXfk-o/s1600/scuolissima+banner.png" /></a>

Esempio: 


Si ricorda inoltre che rispettando la nostra licenza Creative Commons, potrete copiare tutto quello che volete a patto che linkiate la fonte, cioè che linkiate la pagina dell'articolo stesso (anche se è meglio che ci avvisiate prima). Un grazie in anticipo a tutti coloro che ci vogliono dare una mano!
Continua a leggere »

Mappa concettuale: diritto alla salute


Per essere in salute bisogna avere acqua, giusta quantità e qualità di cibo, una casa, qualcuno che si prende cura di noi e l'educazione (possibilità di andare a scuola). Nel sud del mondo l'alimentazione è povera ed i bambini hanno gonfiori (edema), le case sono troppo piccole, l'igiene è scarso, l'acqua è sporca, le donne vengono discriminate, i medici sono pochi e per questo i clandestini si rifugiano in Europa, a Lampedusa sbarcano più di 3000 clandestini all'anno e spesso muoiono per disidratazione. Con gli interventi provenienti da ogni parte del mondo si possono costruire scuole e ospedali, inviare personale sanitario, fornire cibo adeguato, eseguire l'educazione all'igiene, vengono distrutte le barche dei clandestini per assisterli sul posto.

Continua a leggere »

Mappe concettuali: Conservazione degli Alimenti


Le muffe ed i batteri sono microrganismi (esseri viventi), per vivere hanno bisogno di cibo, aria, acqua e la loro funzione è quella di attaccare i nostri cibi. Le tecniche di conservazione di cibi meno efficaci sono l'essiccamento, la salatura e l'affumicamento, quelle migliori sono:
  • Creare un vuoto nel sacchetto eliminando tutta l'aria. 
  • La liofilizzazione, cioè si elimina l'acqua e si polverizza. 
  • Utilizzare il calore, in quanto la sterilizzazione avviene a 120°. 
  • Conservare i cibi in luoghi attraverso la refrigerazione da +4° a -5° per gli ortaggi, la congelazione da -5° a -15°, e la surgelazione (freezer) da -18° a -40°.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: igiene orale


Gli zuccheri, la saliva ed i batteri formano la placca dentaria. Determinano la formazione di un acido che corrode lo smalto e da' il via libera ai batteri che giungono alla polpa dentaria con terminazioni nervose che causano dolore e con i vasi sanguigni dove si ha il rischio di diffusione dei batteri a altri tipi di infezioni.
Continua a leggere »

Significato delle canzoni

Affezionarsi alle canzoni, seppure si conosce poco su di esse: il nome del cantante e al massimo qualche parola del ritornello è proprio da voi!
Molto spesso le canzoni, seppure cantate da cantanti ricchi, famosi ed a volte anche banali e poco esemplari per la loro "vita disordinata", nascondono nel testo delle emozioni oppure lanciano un messaggio o servono per fare pubblicità occulta (succede anche questo). E quindi chissà quante volte vi siete fatti contagiare da canzoni, che in realtà sono contro la vostra ideologia.
Se volete approfondire sul comportamento del cantante e se volete capire leggendo il testo anche il significato della canzoni dovete andare sui siti giusti che si occupano appunto di spiegare o almeno di intuire cosa si cela dietro alle parole della canzone; non è facile, perché spesso possono avere più di una interpretazione e siete liberi di accettarle, ignorarle o dire la propria.



Eccovi i migliori siti che spiegano le canzoni:

1) SignificatoCanzoni: in questo sito troverete interpretazioni, significati, curiosità, recensioni e spiegazioni dei testi delle canzoni. Per cercare la canzone dovete usare il menù principale che suddivide gli artisti in italiani e stranieri, se non riuscite a trovare il cantante o il gruppo musicale potete ricercare il titolo della canzone attraverso la casella di ricerca posta in alto a destra; se la ricerca vi porta in una pagina vuota o sbagliata recatevi nella sezione "Non trovi la canzone che stai cercando" e poi inviate un commento per dire agli amministratori del sito il titolo della canzone di cui volete sapere il significato, prenderanno in considerazione tutte le canzoni richieste.


2) SignificatoCanzone: il sito spiega principalmente le canzoni dei cantanti italiani e solo quelle di alcuni cantanti famosi stranieri, si presenta, almeno dalla pagina principale di difficile navigazione ma se scorrete la pagina sino in fonde dovreste notare delle sezioni, la migliore credo sia "Cantanti" che li inserisce in modo schematico oppure potete sempre cliccare in alto su "Cerca" e scrivere il titolo. Se non trovate la canzone potete farne richiesta di inserimento cliccando sul pulsante "Chiedi canzone" ma non è detto che sarà riportato il significato in breve tempo. Il sito è libero è chiunque può scrivere il significato delle canzoni, insomma a farla breve è una community di utenti che guadagna punti rendendosi utile e non un blog che le fornisce per tutti.


3) Una musica può dire: offre il significato, l'interpretazione e la traduzione delle canzoni a portata di click. Il sito però non contiene tanti significati di canzoni però è strutturato meglio dei precedenti: dovete semplicemente cliccare su una lettera dell'alfabeto (A, B, C, D, E...)  presente nel menù in alto per ritrovarvi il nome del cantante o del gruppo in ordine alfabetico, poi cliccando sul nome troverete l'elenco delle canzoni.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Denti


La digestione inizia da una buona masticazione attraverso i denti, essa riduce il cibo a molecole. I denti sono fissati dalle radici negli alveoli, la dentina della corona è protetta dallo smalto, la polpa ha vasi sanguigni e fibre nervose.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: I Denti


I denti favoriscono l'impasto del cibo con la saliva che contiene la ptialina, utile alla digestione chimica. Contribuiscono anche in modo meccanico alla digestione triturando il cibo. I denti incisivi sono 4 superiori e 4 inferiori, servono per tagliare il cibo. I denti canini sono 2 superiori e 2 inferiori, servono per lacerare il cibo. I denti premolari sono 4 inferiori e 4 superiori ed insieme ai molari che sono 6 superiori e 6 inferiori servono per triturare il cibo.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: relazioni fra apparati


Al sangue vi arrivano le sostanze nutritive dall'apparato digerente e l'ossigeno dall'apparato respiratorio, esso poi li trasporta alle cellule e qui avviene una combustione e si produce energia.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Apparato Respiratorio


L'ossigeno attraverso l'inspirazione entra nelle vie respiratorie: narici e nella bocca, esse hanno la funzione di umidificare, riscaldare e depurare l'aria. Poi passa per la faringe che è in comune con l'apparato digerente ma sono divisi dall'epiglottide, poi per la laringe che contiene le corde vocali, ed a seguire per la trachea, i bronchi, i bronchioli, gli alveoli polmonari che cedono ossigeno al sangue e prendono anidride carbonica da esso, e quindi torna nuovamente alle narici e nella bocca che liberano l'anidride carbonica (espirazione). Gli alveoli polmonari formano i polmoni, avvolti da membrane dette pleure con il liquido pleurico.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: sistema circolatorio


Il sistema circolatorio è un sistema chiuso con una pompa, il cuore, un muscolo tra i due polmoni che si trova dietro lo sterno, diviso in 2 da un setto muscolare che spinge il sangue in pressione nei vasi sanguigni: arterie, capillari, vene.
L’insieme di una fase di contrazione, il sangue va fuori (detta sistole) e di una fase di rilassamento, il sangue va dentro (detta diastole) costituisce il ciclo cardiaco.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Il Sangue


Il sangue è un tessuto fluido composto da cellule:
  • Globuli rossi o eritrociti prodotti nel midollo osseo e vengono distrutti in fegato e milza, contengono l'emoglobina, una proteina che si lega all'ossigeno.
  • Globuli bianchi o leucociti che difendono dalle infezioni e sono prodotti dal midollo osseo e milza. 
  • Piastrine che servono a coagulare, producono fibrina che fa coagulare i globuli rossi, esse sono immerse nel plasma che è acqua e altre sostanze assorbite dall'intestino.

Trasporta le sostanze nutritive, l'anidride carbonica, i rifiuti delle cellule e l'ossigeno. Acquista e cede calorie. Regola lo scambio delle sostanze fra le cellule.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: percorso del sangue


In questo schema riassuntivo è raffigurato il percorso del sangue. Ad ogni ciclo (1 minuto) il sangue passa 2 volte dal cuore, quindi è una doppia circolazione completa. Il sangue venoso con C.O.2 non si mescola mai con quello arterioso che è ricco di ossigeno. Si ha la piccola circolazione quando il sangue passa solo da cuore e polmoni, si ha la grande circolazione quando passa per il cuore e tutti i tessuti del corpo.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Neurone


I neuroni (cellule nervose) si trovano nel sistema nervoso, non si riproducono, hanno la proprietà dell'eccitabilità, cioè reagisce agli stimoli e li trasforma in impulsi elettrici. Nello schema è raffigurato il neurone e la sinapsi.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: sistema nervoso


Il sistema nervoso centrale è costituito dall'encefalo (cervello, cervelletto, bulbo o midollo allungato) e midollo spinale. Il sistema nervoso periferico è costituito dai muscoli, dai nervi sensoriali e motori.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Impulso Nervoso


Le proprietà dell'impulso nervoso sono l'eccitabilità e lo stimolo. L'eccitabilità è la capacità di reagire allo stimolo trasformandolo in impulso elettrico. Lo stimolo arriva alla membrana cellulare, si crea una differenza di potenziale e un impulso elettrico o un impulso nervoso.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: sistema nervoso vegetativo


Il sistema nervoso vegetativo o autonomo agisce da solo. E' diviso in sistema simpatico e sistema parasimpatico, sono antagonisti. Il sistema simpatico condivide le vicende dell'organismo, si trova lungo la colonna vertebrale su due file di gangli nervosi, prepara l'organismo alla lotta e all'attività intensa, accelera il battito cardiaco.
Il sistema parasimpatico predispone l'organismo all'alimentazione, alla digestione, all'attività sessuale, si trova nel bulbo del cranio e nella zona sacrale del midollo spinale, rallenta il battito cardiaco.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: evoluzione cerebrale


Il bulbo, predominante nei rettili, è la parte più primitiva del cervello, regola le principali funzioni vitale: metabolismo, respiro, nervoso-vegetativo, circolazione del sangue ma non pensa. Su di esso si è costruito lobo olfattivo e poi i centri emozionali fino alla neocorteccia, la parte più recente nell'evoluzione del cervello. L'evoluzione ha aggiunto la neocorteccia che genera i sentimenti e il sistema limbico che è parte della neocorteccia, il loro rapporto se è buono produce capacità intellettuali e intelligenza emotiva.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: sistema limbico


Il sistema limbico è formato da ippocampo e amigdala. L'ippocampo è sede della memoria narrativa (ricordo dei fatti). L'amigdala (= mandorla) è sede della memoria emozionale, cioè le emozioni che provocano cambiamenti dell'organismo; essa governa le nostre azioni prima delle decisioni della neocorteccia.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Mente razionale ed emozionale


Mente razionale e mente emozionale devono essere coordinate. La mente razionale è consapevole e riflessiva. La mente emozionale è legata all'evoluzione, è impulsiva, e volte illogica, potente e produce reazioni organiche. L'impulsività di quest'ultima dipende dalle emozioni tipo collera, paura, felicità, amore, sorpresa, disgusto, tristezza.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Paura


L'amigdala (parte del cervello) manda segnali di urgenza, si ha un'azione immediata. Essa stimola la secrezione di ormoni e e ci porta a fuggire da tale situazioni o a combatterle. Mobilità i centri del movimento, attiva l'intestino, il sistema cardiovascolare ed i muscoli. Nel frattempo i sistemi mnemonici corticali sedi del pensiero razionale cercano informazioni utili per l'emergenza attraverso un'azione lenta ma raffinata.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Encefalo


L'encefalo si trova nella scatola cranica, è ricoperto dalle 3 meningi con i vasi sanguigni. Comprende:
  • Il bulbo con i nervi cranici per il vomito, per la circolazione del sangue, per la digestione e per il battito cardiaco.
  • Il cervelletto che coordina i movimenti e si trova dietro la nuca.
  • Gli emisferi celebrali destro e sinistro collegati fra loto per le attività dell'organismo e percorsi da solchi, le circonvoluzioni.
  • Il talamo per smistare gli stimoli.
  • L'ipotalamo che è il centro delle emozioni.
Continua a leggere »

Come rintracciare una raccomandata

La posta prioritaria un servizio troppo economico, non rintracciabile e, purtroppo soggetto a smarrimenti e furti.
Se questa volta avete preso la decisione di spedire una raccomandata pur sapendo che ha un costo nettamente superiore (varia in base al peso) dovreste in teoria sentirvi più sicuri in quanto viene assegnato per ogni invio un codice che permette di rintracciare la spedizione in qualsiasi momento dal sito delle poste. Se dovrete spedire un qualcosa ad un acquirente, come venditore, sarete tutelati in quanto in caso di controversia potrete dimostrare la spedizione, e come acquirente avrete la certezza che il venditore ha effettivamente effettuato l'invio. Inoltre in caso di ritardo o mancata consegna è possibile fare reclamo alle poste: a volte la busta miracolosamente riappare, a volte no. In tal caso si avrà un rimborso.

A volte la spedizione dura un paio di giorni in più del previsto e la preoccupazione sul possibile smarrimento è normale. Per togliervi ogni dubbio ed evitare possibili sorprese vi spiegherò come rintracciare una raccomandata: dovete andare sul sito delle poste ed utilizzare il servizio Dovequando che serve per cercare le spedizioni non solo di posta raccomandata ma anche assicurata, atto giudiziario o pacco.


Dovete inserire il codice riportato sulla ricevuta della raccomandata che vi ha consegnato l'ufficio postale o oppure dovete ricercarlo nell'email se avete spedito una raccomandata online.

Tale codice è alfanumerico (contiene lettere e numeri). Tutte le cifre vanno inserite senza lasciare spazi e se sono presenti trattini non dovete metterli, se usate il maiuscolo o il minuscolo non fa differenza.

Il codice della raccomandata è sotto il codice a barre.

Oltre al codice dovete inserire anche il periodo, se recente dovete mettere da 0 a 2 mesi, altrimenti selezionate periodi più lontani che però non possono andare oltre i 12 mesi. Se la spedizione è stata effettuata da più di due mesi, la risposta sarà disponibile il giorno successivo alla richiesta. 

Dopo aver inserito codice e il periodo di tempo dovete cliccare sul pulsante Esegui la ricerca
Nella pagina successiva troverete come informazioni la data dell'invio della raccomandata e il luogo del centro postale di partenza, se è in corso la spedizione, in quale centro postale è arrivata, o se già è stata consegnata al destinatario e il giorno preciso in cui l'ha ricevuta.

Si ricorda che il servizio di monitoraggio è attivo per i prodotti di corrispondenza dalle ore 7.00 alle ore 23.00 e per i pacchi 24 ore su 24.
Continua a leggere »

Sintesi facile: Antico Egitto

Il Mediterraneo e le antiche civiltà
L'Italia è bagnata da un grande mare, il Mediterraneo. Alle rive del mar Mediterraneo il clima è mite e il cielo è sereno ed era così anche molti anni fa. La terra dava molti frutti e nelle foreste gli animali erano numerosi. La navigazione era abbastanza facile, ragione per cui gli uomini abitarono le terre bagnate dal Mediterraneo ed impararono presto a coltivare la terra, ad allevare gli animali, edificare case e templi agli dei e costruire navi.

L'Egitto
Il Mediterraneo, oltre all'Italia, bagna anche l'Africa. In essa si trova l'Egitto, un paese caldissimo, circondato dalle sabbie del deserto. La fortuna dell'Egitto è che sia presente il Nilo, un grande fiume che nasce dalle montagne lontane, dove cade abbondante pioggia. Addirittura in estate il Nilo si ingrossa e inonda le terre depositandovi del fango, questo è utile perché fa da concime per le piante. Quando il Nilo si ritira, i contadini riprendono a lavorare la terra: la arano, la seminano, e poi raccolgono gli abbondanti raccolti come ricompensa al loro duro lavoro. L'Egitto è fertile proprio grazie al fiume Nilo e perché gli egiziani lo adoravano come una divinità.

La religione
Gli egiziani veneravano oltre al fiume anche il sole, la luna, e gli animali. Credevano che dopo la morte, le anime dei defunti gironzolassero vicino ai loro corpi per controllarlo e volevano ritrovarlo proprio come l'avevano lasciato. La morte di un personaggio importante avveniva con l'imbalsamazione del cadavere, questi veniva poi unto con oli profumati e fasciato. Diveniva una mummia, e in questo modo poteva conservarsi anche per migliaia di anni. Essa veniva deposta all'interno di un sarcofago ed accanto ad essa venivano posizionati cibi e oggetti cari al morto.

La scrittura e le opere
Gli egiziani sapevano scrivere, utilizzavano un pennellino su un tipo di carta particolare, detta papiro, ottenuta da una pianta che cresce sulle rive del Nilo. La loro scrittura ovviamente non era come la nostra, ma formata dai geroglifici (disegnini). Se dovevano scrivere un animali non utilizzavano lettere o numero ma lo raffiguravano, per indicare il sole disegnavano un cerchio, per esprimere un'idea di corsa disegnavano due gambe in movimento ecc.
I loro papiri sono arrivati sino ai nostri giorni e gli studiosi sono anche in grado di leggerli. Gli egiziani, inoltre, costruirono dighe per arginare le acque del Nilo, scavarono canali per irrigare i campi, e costruirono strutture (palazzi e templi) di gigantesche dimensioni.

Il faraone
Il padrone di tutti i cittadini egiziani e di ogni terra era chiamato il Faraone, era il re, era anche venerano come un dio. Il faraone Cheope ordinò la costruzione di una grandissima piramide, alta circa 150 metri, perché gli servisse come sepolcro. Ogni tre mesi centomila schiavi si davano il turno per innalzarla con enormi pietre trasportate dai monti lontani. L'opera durò 30 anni e costò moltissimo a livello umano (fatica e lacrime). Quando il faraone Cheope morì, arrivò la vendetta di chi l'ha sofferto: la sua mummia è stata presa dalla cella che si trovava sotto la piramide ed è stata fatta prima a pezzi e poi buttata in pasto ai cani.
Il faraone non era l'unico essere potente e rispettato, vi erano anche i sacerdoti ed i guerrieri. A farne le spese con la loro umile vita erano i contadini, i pastori e soprattutto gli schiavi che venivano trattati come bestie.
Continua a leggere »

Come cancellare programmi su Windows 8 e 8.1

I programmi installati sul pc e che non vengono utilizzati da tempo è meglio rimuoverli per liberare spazio sul disco rigido (seppure bello capiente) ma anche per fare un po' di pulizia generale e non trovarseli più fra i piedi o meglio fra le cartelle! Per eliminare i programmi installati sul computer si deve andare su Programmi e funzionalità, da Pannello di controllo.

Se possedete Windows 8 dovete utilizzare i tasti scorciatoia Windows key + C per aprire la barra destra e poi selezionare Ricerca su cui dovete scrivere 'Programmi e funzionalità'.

Se avete Windows 8.1 vi apparirà anche il pulsante Start in basso a sinistra sulla barra delle applicazioni, cliccate su di esso col il pulsante destro del mouse e poi selezionate 'Programmi e funzionalità.

Poi come facevate già coi sistemi operativi precedenti dovete fare click con il mouse sulla voce da eliminare per selezionarla e poi dovete premere il pulsante Disinstalla e seguire le istruzioni di rimozione del programma ed attendere il completamento.
Continua a leggere »

Eliminare profilo Google+ da Gmail

Google+ è il tentativo di Google di creare un social network al pari di Facebook, adesso possiamo dire che non lo è per niente, viene snobbato da molti ma ciò non vuol dire che siano del tutto inutile. Ha ugualmente molti iscritti e più successo di Twitter e sicuramente le iscrizioni forzate attraverso l'uso di altri servizi come il motore di ricerca Google, Google Maps, Gmail, Blogger e YouTube hanno contribuito alla sua fama.  Chi utilizzava uno di questi servizi si ritrova automaticamente, per ogni email registrata, un nuovo profilo Google+. Solitamente viene utilizzato per promuovere il proprio sito e sperare in più visibilità sul motore di ricerca e non per chattare, come loro avrebbero voluto. Se non da' fastidio potete lasciarlo buono e tranquillo inutilizzato però si corre il rischio di avere più di un profilo e che gli amici vi possano aggiungere in un profilo piuttosto che in un altro ed in questi casi conviene eliminare il profilo Google+ da Gmail.

L'iscrizione a Google plus può essere rimossa andando in questa pagina: https://plus.google.com/downgrade

Vi apparirà una schermata tipo questa:


Se leggete attentamente tutto ciò che c'è scritto riguardo le conseguenze di questo passaggio, noterete che saranno rimossi anche altri servizi nonché i relativi dati che dipendono dal profilo Google: le cerchie (gli amici), tutti i +1 fatti nei post e nei siti, tutti i post pubblicati e commenti, il canale YouTube (se ne possedete uno). 

L'eliminazione del vostro profilo pubblico non avrà effetto sullo stato del vostro account Google, per esempio se possedete delle pagine Google+ queste non verranno eliminate perché si eliminano con una procedura diversa. Cosa più importante, tutte le immagini che avete caricato non andranno perse perché potrete comunque accedervi da Picasa Web Album (da qui potete in seguito eliminarle).

Dopo aver letto tutte le avvertenze dovete mettere la spunta obbligatoria per confermare di essere consapevoli dell'eliminazione del profilo che non potrà più essere ripristinato, e poi cliccare sul pulsante Rimuovi servizi selezionati.

A meno che non vi dia veramente fastidio, se volete un mio parere non conviene eliminare un profilo Google+, probabilmente più in avanti ne sentirete il bisogno, ad esempio per chiedere aiuto su Scuolissima... :-)
Continua a leggere »

Mappa concettuale: funzioni cerebrali


L'emisfero sinistro (parte destra del corpo) e quello destro (parte sinistra del corpo) collaborano fra loro. Le funzioni dell'emisfero sinistro sono il linguaggio scritto, ragionamento, linguaggio parlato, capacità di calcolo e controllo della mano destra. Le funzioni dell'emisfero destro sono la percezione della tridimensionalità, la creatività, l'immaginazione, l'introspezione, il controllo della mano sinistra.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Connessioni sinaptiche


Ogni attività corporea provoca un aumento del flusso sanguigno che trasporta ossigeno e glucosio (= energia) nelle zone cerebrali; si vengono a creare nuove connessioni e si modificano le sinapsi esistenti. Se ci sono molte connessioni è più facile formarne di nuove.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Memoria


La memoria a breve termine ricorda azioni o stimoli recenti. La memoria a lungo termine ricorda azioni o stimoli del passato. Se si prende uno shock è più facile che si cancellino dalla mente i ricordi recenti e che rimangono invece quelli vecchi.
Continua a leggere »

Rimuovere virus Polizia di Stato

Navigando su internet in tutta tranquillità succede improvvisamente qualcosa di molto strano, la pagina si aggiorna da sola, il pc si spegne o si resetta automaticamente... alla fine però appare per tutti una pagina che blocca il tutto il computer; sembra che la polizia di stato in persona abbia visionato i vostri ultimi movimenti online e si sia accorta delle vostre cattive azioni. Avete guardato video pedo-pornografici e scaricato film e musica da siti illegali, adesso per punizione dovete pagare 100€ di multa. Ma è davvero la polizia? Bisogna pagare la multa? E come si sblocca il pc?

La pagina che vi trovate davanti non è altro che il noto virus della Polizia di Stato, in realtà è un ransomware italiano che cerca di controllare il vostro pc fingendosi appunto un'organizzazione governativa (polizia di stato) da cui l'omonimo nome dato dalle vittime per far conoscere l'entità del virus.

Solitamente il messaggio del virus è il seguente:
Polizia di stato
Unità di analisi sul crimine informatico
Attenzione! Il Suo computer e bloccato a causa di uno o piu motivi di cui sotto
(…)
Tutte le operazioni fatte a questo computer sono scritte. Se usa la webcam, video, foto si conservano per l’identificazione.Lei può essere individuato facilmente per il Suo indirizzo IP e l’indirizzo del domain legato con esso.Il tuo computer è stato bloccato!

Eccovene un'altra variante:
Il tuo computer è stato sospeso per sospetta attività di caricamento e distribuzione di contenuto illegale.
Tale contenuto illegale (709 MB di file video) è stato automaticamente classificato come materiale pedo-pornografico.
Tale azione viola in tutto e in parte le disposizioni in materia di lotta contro lo sfruttamento sessuale dei bambini e la pedo-pornografia vigenti in Italia. Normativa italiana sulla pedo-pornografia n. 269...

Comunque il testo del virus cambia anche nel corso degli anni, si evolvono anche loro e ne esistono diversi, per esempio eccovi il sequel:
Attenzione! Il suo computer è bloccato a causa di uno o più motivi di cui sotto.
Ha violato la legge "sul diritto d'autore e sui diritti di protezione affini (video, musica, software) e ha usato illecitamente e/o ha distribuito il content protetto dai diritti d'autore, quindi, ha violato l'art. 128 del codice penale dell'Italia.

Quindi adesso che sapete che si tratta di un virus e non della polizia online; dovete sapere che pagare la multa di 100€ non sblocca affatto il vostro pc, anzi potrebbero arrivarvi ulteriori minacce e potrebbero anche risalire ai vostri codici bancari se avete fatto il versamento tramite Ukash o PaysafeCard.

Come eliminare virus polizia di stato

L'unico modo per sbloccare il computer dal virus della polizia di stato è non pagare e rimboccarsi le maniche provando e riprovando ciascuno dei metodi seguenti.

1) Se avete un pc con Windows XP - Vista - Seven - 8 o 8.1 dovete premere ripetutamente al riavvio del pc il tasto F8 e poi farlo partire in modalità provvisoria con prompt dei comandi.

Attendete che si apra la finestra e poi scrivete "rstrui" e premete INVIO.  Fatto questo si aprirà la finestra di "Ripristino configurazioni di sistema di Windows" dove potete scegliere un giorno antecedente al virus (almeno 5 giorni prima del virus per essere sicuri).

Al termine utilizzate l'anti malware Malwarebytes (versione free) per accertarsi che non sia presente il virus, eventualmente eliminatelo.


2) Sempre in modalità provvisoria con prompt dei comandi dovete attendere che si apra la finestra del prompt e su di essa dovete scrivere "explorer" e poi premere il tasto INVIO.

Se tutto va per il meglio dovreste tornare a vedere le icone e la barra del menù Start. Adesso per eliminare il pc infetto dovete scaricare il software Combofix da un pc non infetto e poi salvarlo su una chiavetta USB.

Dopo averlo messo nella chiavetta recatevi su risorse del computer ed aprite la chiavetta e poi con il pulsante destro del mouse sul icona di combofix avviandolo come amministratore selezionando "Esegui come Amministratore".

Dopo aver fatto questo dovete seguire le istruzioni del programma ed attendere che finisca completamente senza interromperlo e senza aprire altri programmi. Siamo certi che riuscirà ad eliminare anche questo virus, in quanto è potentissimo!


3) Se possedete il CD di formattazione di Windows, lo inserite nel lettore CD e riavviate il pc, questi si partirà automaticamente e il sistema operativo si installerà da capo: automaticamente sparirà il virus ma anche tutte le cose che avevate salvato in esso (immagini, video, documenti importanti ecc).
Continua a leggere »

Rimuovere le parole "category" e "tag" dagli url di Wordpress

Un uso scorretto di tag e categorie potrebbe sfavorire l'indicizzazione del vostro blog Wordpress sui motori di ricerca, inoltre la presenza di parole aggiuntive nella struttura degli url della categorie (/category) e dei tag (/tag) non fa altro che allontanare la keyword del link dal nome del dominio; si dice che in questo modo il link non è SEO-friendly e per farlo diventare tale bisogna in qualche modo eliminare queste due parole. 

Come eliminare "category"

1) Per eliminare la scritta category dagli url delle categorie dovete utilizzare il plugin WP No Category Base che ad installazione completata farà tutto in automatico, sparirà la scritta ed eseguirà sempre il redirect dagli url vecchi a quelle nuovi.

2) Un altro plugin che svolge lo stesso compito è FV Top Level Categories.

2) Esiste anche un trucchetto per rimuovere le categorie senza utilizzare alcun plugin, per utilizzarlo dovete andare su Impostazioni > Permalink, mettere la spunta su Struttura personalizzata (o custom structure) e poi nel campo vuoto dovete aggiungere:  /%category%/%postname%/

In basso dove sta scritto Base delle categorie dovete aggiungere semplicemente un punto "." proprio come in figura:


Anche se questo trucco funziona attualmente, non si può dire con certezza se funzionerà anche in futuro, soprattutto coi nuovi aggiornamenti di Wordpress.

Come eliminare scritta "tag"

Per gli urls dei tag non funziona il trucco delle categorie, ovvero viene eliminata la scritta "tag" però non viene eseguito il redirect automatico e quindi se inserite il punto "." in base dei tag dovreste ottenere delle pagine non trovate e di errore.

1) Per eliminare la scritta "tag" dovete utilizzare l'unico plugin presente che svolte questo compito egregiamente e si chiama WP No Tag Base, funziona come quello delle categorie, in automatico, senza modificare nulla né nel plugin né nel tema in uso.
Continua a leggere »

Rimuovere la scritta "Tag" dai link dei tag di Wordpress

Se c'è una cosa che avrete sicuramente imparato leggendo articoli con riferimenti al SEO e all'indicizzazione dovreste già sapere che a parità di condizioni un link breve ma con le keyword esatte si indicizza meglio di un link lungo e struttura male con parole troppo generiche. Per esempio Wordpress di suo aggiunge il termine category e tag rispettivamente negli url di categorie a tag.

Se per il primo ho già postato un articolo in cui consigliavo alcuni plugin per eliminare la parola category per i tag fino ad oggi non ero riuscito a trovare nulla di funzionante, per esempio sono inutili le guide per eliminarlo attraverso l'inserimento manuale di codice perché tanto non funzionano. L'unica soluzione possibile è quella di utilizzare plugin che svolgono questo "lavoro" già da anni e che sono pienamente funzionanti con tutti i tipi di temi per Wordpress.

1) WP-No-Tag-Base: è il plugin che fa per voi, penso anche che sia l'unico che funzioni davvero. Questo plugin molto leggero consente di rimuovere completamente la struttura del permalink obbligatoria (/tag/) dai link dei tag. Ad esempio:
scuolissima.com/tag/come-indicizzare-sito-google/

Diventerà più SEO-friendly, infatti l'url risulterà più corto ed inoltre scomparirà la scritta /tag, che seppure più breve e meno penalizzante di /category è comunque meglio non averla fra i piedi. Eccovi il risultato finale:
scuolissima.com/come-indicizzare-sito-google/

Il plugin si installa normalmente e non richiede la modifica dei file di base di Wordpress, inoltre tutti gli url con la struttura precedente non risulteranno rotti su Google Webmaster e non dovreste nemmeno perdere visite perché il plugin stesso si prenderà cura di reindirizzare i vostri vecchi link dei tag a quelli nuovi.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: neuroni specchio


I neuroni specchio si trovano nell'area di broca e nella corteccia parietale inferiore. Si attivano facendo un'azione o vedendola fare da un simile. Permettono di capire gli altri e di entrare in relazione con loro. Lesionati si pensa siano causa dell'autismo. Sono osservati in uomo, uccelli e scimmie.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: ghiandole endocrine


Le ghiandole endocrine inviano gli ormoni nel sangue. Le ghiandole esocrine inviano le sostanze all'esterno come sudore, latte, saliva.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: sistema endocrino


Il sistema endocrino comprende le ghiandole endocrine (ipofisi per la crescita e tiroide che aumenta il consumo di ossigeno), si trovano nel pancreas che ha la funzione di produrre insulina e regolare lo zucchero. Esse producono ormoni specifici che colpiscono le cellule, le quali reagiscono fabbricando proteine.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: sostanze stupefacenti


Le droghe sono sostanze psicoattive che producono assuefazione, cioè vengono utilizzate più dosi con maggiore frequenza, e producono dipendenza fisica (crisi di astinenza) e psichica (anche dopo disintossicati).
Possono essere sedative (oppio, eroina, barbiturici), allucinogene (LSD, hascisc, mescalina, marijuana), eccitanti (caffeina, nicotina, anfetamine, cocaina e crak), inebrianti (etere, alcool). 
Continua a leggere »

Mappa concettuale: droghe e doping


Le cause dell'assunzione delle droghe sono il disagio per il vuoto familiare, per la mancanza di dialogo, per la paura di non piacere, perché si vuole evadere e perché si è insicuri. Le conseguenze delle droghe sono la scarsa incapacità di avere rapporti sociali, nessun interesse per gli altri e nessuna aspirazione personale. 
Il doping produce effetti molto tossici, possono essere ormoni maschili anabolizzanti per aumentare l'energia o anfetamine (sostanze psico-stimolanti) per non sentire la fatica.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Riproduzione 1


Nella mitosi le cellule di ogni specie hanno un numero fisso di cromosomi in coppie, essi sono filamenti del nucleo. Le cellule del corpo, dette cellule somatiche si dividono in modo simmetrico (cioè raddoppiano) tra le due cellule figlie che hanno lo stesso numero di cromosomi della cellula madre, cioè il n° fisso della specie.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Riproduzione 2


Nella riproduzione sessuata o gamica i gameti che sono le cellule specializzate sono suddivisi in gameti maschili: spermatozoi, e gameti femminili: cellule uovo. I gameti si formano dalla meiosi dove si dimezza il loro numero e si uniscono attraverso la fecondazione, poi nasce la 1° cellula: lo zigote, da cui il nuovo individuo.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Apparato genitale maschile


L'apparato genitale maschile ha organi genitali esterni: i testicoli e il pene. I testicoli producono ormoni maschili, qui si formano gli spermatozoi che passano dai canali deferenti e arrivano alle vescichette seminali, qui si nutrono di un liquido che favorisce il loro movimento. Ha anche organi genitali interni: vescivole seminali e prostata, quest'ultima produce un liquido che unito agli spermatozoi forma lo sperma che attraverso l'uretra arriva al glande che è la parte terminale del pene.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Apparato genitale femminile


L'apparato genitale femminile ha organi solo interni, è composto da ovaie che producono cellule uovo e 2 ormoni (follicolina e progesterone), da tube di Fallopio per il passaggio dell'uovo fecondato all'utero e dall'utero che fa passare gli spermatozoi e accoglie l'uovo fecondato. L'utero è unito alla vagina chiusa dall'imene e protetta dalla vulva che è composta dal clitoride, da piccole e grandi labbra e dal monte di Venere.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Ovulazione


Gli ovuli maturano in modo ciclico, ogni 28 giorni circa. Al 12°-14°  giorno c'è l'ovulazione che inizia dai 14 anni (pubertà, 1° mestruazione) e finisce intorno ai 50 anni (menopausa). Gli ovuli, nell'ovulazione sono dentro l'ovaia, nel follicolo che rimasto vuoto si riempie di liquido (corpo luteo) che produce progesterone e poi non fecondato degenera con una emorragia (mestruazione). Dopodiché il follicolo scoppia e l'ovulo va nelle tube di Fallopio e da qui all'utero che ha pareti più spesse (endometrio).
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Riproduzione 3


Attraverso il coito e l'eiaculazione si unisce il gamete maschile (spermatozoo) a quello femminile (cellula uovo). Si forma la 1° cellula (lo zigote) che si divide in 4, poi in 8 la morula che va nell'utero. La morula si attacca all'utero, diventa blastula, una parte forma il liquido e le membrane protettive, l'altra l'embrione che poi diventa che prima sviluppa gli organi genitali, poi arti, viso, muscoli, nervi e stomaco. L'embrione poi diventa feto che riceve ossigeno e nutrienti dalla madre con la placenta e il cordone ombelicale.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Il Parto


Il parto avviene dopo 9 mesi con delle contrazioni dell'utero dette doglie che dilatano il collo dell'utero. Se il bambino si presenta di testa è un parto cefalico, se podalico sarà parto cesareo attraverso l'addome. Alla fine si taglia il cordone ombellicale quando è privo di sangue; viene espulsa la placenta ed il piccolo piangendo riempie d'aria i polmoni, poi per quanto riguarda il succhiare il latte materno è una cosa istintiva in tutti i mammiferi.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Acidi nucleici DNA - RNA


Gli acidi nucleici sono molecole organiche complesse che si trovano nella cellula e contengono le caratteristiche dei viventi. Sono costituite dal DNA che trasmette le informazioni genetiche e dal RNA che governa la sintesi delle proteine. Il DNA o acido deossiribonucleico è formato da nucleotidi costituiti da 5 tipi di basi azotate che sono guanina, citosina, timina, adenina, da una molecola di zucchero desossiribosio, da 5 atomi di carbonio. RNA o acido ribonucleico è costituito da uracile e ribosio, la sintesi delle proteine è suddivisa in 3 fasi: trascrive le informazioni genetiche, traduce le informazioni genetiche, le trasporta ai ribosomi dove avviene la sintesi delle proteine.

Continua a leggere »

Mappa concettuale: trasmissione del sesso


La trasmissione del sesso interessa tutto un cromosoma non solo un gene. Il sesso di un individuo dipende da quale dei due cromosomi sessuali è contenuto nello spermatozoo al momento della fecondazione.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Trasmissione dei caratteri ereditari


La trasmissione dei caratteri ereditari avviene durante la riproduzione. Venne studiata nel 1850 da Gregor Mendel, padre della genetica, su piante di pisello di razza pura (gialli e verdi).
Legge dei caratteri dominanti: gli individui nati dall'incrocio tra due individui omozigoti con caratteri antagonisti (esempio un fiore rosso e un fiore bianco), avranno il fenotipo dato dall'allele dominante (sono ibridi con fiore rosso).
Continua a leggere »

Mappa concettuale: 2° legge di Mendel


Legge della segregazione (o legge della disgiunzione): durante il processo di meiosi, i caratteri (siano essi dominanti o recessivi) si posizionano casualmente sui cromosomi omologhi. A seguito della divisione e della successiva fecondazione i cromosomi che andranno a unirsi posseggono dei caratteri casuali ereditati da entrambi i genitori.
Continua a leggere »