Tema svolto: l'uso della droga


Droghe, o meglio False Amiche?

Tema svolto:
Secondo l’opinione di Jim Morrison, comprare la droga è come acquistare un biglietto per un mondo senza problemi, ma il prezzo di questo semplice foglietto è la Vita. Oppure, come disse Patrick O’Rourke, né l’alcol né i stupefacenti sono i mali della società, ma invece sono coloro che ne fanno uso per la loro stupidità ed ignoranza.
Molte persone, al posto di investire il proprio denaro per un possibile miglioramento del tenore della propria vita, preferiscono spenderli per delle sostanze che possono soltanto dare un’illusione che la loro condizione possa ottimizzarsi, anche se non è così. Il problema che sta alla base di tutto ciò, è che negli anni passati la droga era considerata una sostanza che potevano permettersi solo le persone più abbienti, ma oggi le cose sono cambiate, poiché l’eroina, la cocaina e tante altre, sono prodotte in paesi poveri, e siccome ora la richiesta di quest’ultime è aumentata, il costo è diminuito. La conseguenza di ciò è che molte persone ora hanno accesso facilmente ai stupefacenti; ma perché ne fanno uso? Le risposte sono molteplici: secondo una ricerca del giornale britannico The Times, la causa maggiore è l’impossibilità di riuscire a superare una situazione, e quindi si cerca come “rifugio” la droga. Oppure, si sniffa solo per curiosità, per potersi divertire e provare una nuova sensazione o per essere accettati in un gruppo, questo è tipico dei giovani, che avendo come complici internet, le chat, gli sms, si sta perdendo la capacità di relazionare e comunicare con gli altri di persona, così crescono le paure e le insicurezze. Ed ecco che per sentirsi disinibiti e forti si ricorre a qualche droga. Inoltre si sta adottando un ritmo di vita assolutamente innaturale: si lavora 10-12 ore al giorno, spesso con grandi stress e responsabilità, e alla sera impegni e uscite varie causano perdita di sonno in quanto sono momenti in cui bisogna stare attenti e in forma smagliante. Il fisico ovviamente non regge questi ritmi per cui bisogna avere un aiutino.

Le persone tendono a fare uso di stupefacenti dappertutto, nei bar, a casa, nelle feste e persino nelle metropolitane. Ma soprattutto nei party si ha la possibilità di acquistarne in gran quantità. Durante questi ritrovi c’è un mix di sesso, alcol e droga. Se si prendono in considerazione le ultime due sostanze, il prezzo dei drink e dell’oppio se comparati hanno una differenza abissale. C’è chi ha disponibilità economica, e quindi ha la possibilità di acquistare questa sostanza “illusiva” mentre chi non ha molto denaro, si limita a qualche bicchierino. Ma anche se il costo tra le due è molto differente, hanno entrambe un riscontro negativo nel nostro corpo. Quanti giovani si sentono che nelle discoteche hanno bevuto troppo ed hanno fatto un incidente o che sono in coma etilico? Troppi. Tutto questo perché bene o male queste sostanze sono accessibili a chiunque, anche ai più giovani che non hanno il senso del limite ma solo l’intento di divertirsi, senza analizzare quali potrebbero essere i potenziali rischi se decidessero di assumere alcol e droga.
Ma non è tutta colpa dei giovani, bisogna dare in parte la responsabilità anche allo Stato, poiché non incentiva maggiori controlli e soprattutto perché si è riscontrato un aumento del costo delle sigarette ed una diminuzione del prezzo dell’oppio. La cicca è una droga legalizzata, ma allora perché si tende ad aumentare il prezzo? Il Governo si giustifica dicendo che in questo modo sempre più persone smetterebbero di fumare, ma non è così, perché soprattutto i giovani, non potendo permettersi l’uso delle cicche, si rivolgerebbero ad altre sostanze, in questo caso quelle stupefacenti.
In conclusione, l’alcol e la droga non sono i mali della società, ma il “flagello” è il popolo stesso che decide di farne uso; decidendo così di rovinarsi la vita creandosi allo stesso tempo un mondo illusorio fatto di felicità e spensieratezza, ma che una volta finita questa semplice apparenza, si ritorna al mondo reale, fatto di di problemi e tristezza, e proprio per questo si ritorna a far uso di queste sostanze, che portano alla temporanea ma concreta felicità. Proprio per questo, le droghe dovrebbero essere rinominate le False Amiche.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".