Analisi illuminismo italiano


Testo unico in cui verranno risposte delle domande riguardanti l'illuminismo italiano in non più di 15 righe.
  1. Perché i primi segni della cultura illuministica si manifestano in Italia a Napoli e a Milano?
  2. Quali legami ebbero gli illuministi italiani con quelli inglesi e francesi?
  3. Rispetto alle esperienze straniere c’è qualche elemento che caratterizza l’illuminismo italiano?
  4. I saggisti italiani del primo Settecento quale genere narrativo prediligono e quali temi trattano?
  5. La stampa periodica che si diffonde in Italia nel Settecento quali temi tratta? Con quale linguaggio? Con quale scopo?

In Italia l’Illuminismo si diffuse principalmente a Milano e a Napoli, poiché tali Stati erano guidati da sovrani riformatori decisi a modernizzare le strutture amministrative ed economiche.
Fu proprio qui che si formarono i maggiori esponenti dell’Illuminismo italiano, i quali si ispirarono essenzialmente a vari interpreti dell’Illuminismo francese e inglese.
Tuttavia in Italia l’Illuminismo, rispetto alle esperienze straniere, non ottenne esiti rilevanti specie dal punto di vista politico e sociale in quanto la borghesia, numericamente esigua, era ostacolata dall’aristocrazia e dal clero ancora molto influenti.
I principali intellettuali illuministi italiani predilessero la scrittura di opere di saggistica, storiografia e trattatistica dove essi affrontavano principalmente problemi concreti della realtà contemporanea.
Per questo motivo adottarono un linguaggio più semplice e immediato, capace di raggiungere un pubblico più ampio e socialmente eterogeneo, rifiutando il tipico linguaggio accademico.
Gli esempi più illustri sono senza alcun dubbio il saggio “Dei delitti e delle pene” di Cesare Beccaria in cui veniva criticata la pena di morte e l’opera di carattere storico-giuridico “Osservazioni sulla tortura” di Pietro Verri. Infine si diffonde anche la stampa periodica prevalentemente con la rivista “Il Caffè” che trattava ogni sorta di argomento adottando uno stile vario poiché il suo scopo era quello di non annoiare mai.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".