Tema sul Progresso Tecnologico


Tema sul Progresso Tecnologico

Tema Svolto: Cos'è il progresso. Il prezzo del progresso che oltre a nuove invenzioni e scoperte comporta un danno da un punto di vista ambientale.

Sin dalla rivoluzione industriale fino ad arrivare ai giorni nostri, il progresso scientifico e tecnico ha continuato la sua ricerca ininterrottamente, addirittura in modo sempre più rapido, ha consentito di condurre l'umanità sempre più avanti sulla strada del progresso.
Nel 1800 il mezzo di trasporto più veloce era il cavallo, nel 1825 attraverso l'invenzione della macchina a vapore venne adoperata la locomotiva di Stevenson. Poi si passo al motore a scoppio e successivamente al primo aeroplano realizzato dai fratelli Wright, molto fragile ma che in poco tempo venne adoperato sulle rotte commerciali. Nel 1957 il primo satellite artificiale, lo Spoutnik I, ruotava intorno alla terra e soltanto 12 anni più tardi, il 20 luglio del 1969, il primo uomo della storia poteva posare il piede sulla luna. A seguire anche l'invio di robot su Marte che tutt'ora oggi dotati di pannelli solari esplorano il pianeta.
Sembrano tante cose belle ed utili ma allo stesso tempo non indispensabili, perché nel mondo vi sono problemi piuttosto gravi che nonostante il passare degli anni non vengono risolti definitivamente ma solo rimandati; è il caso della fame, delle malattie, della sicurezza sociale e della distruzione dell'ambiente. Scrivendo questo sembrerebbe che sono a sfavore del progresso tecnologico ed invece non è così. C'è chi dice che quando un tempo non esisteva la tecnologia si viveva meglio ma se pensiamo ai nostri nonni o bisnonni questi dovevano lavorare, anzi sgobbare, dall'alba sino al tramonto nei campi e venivano nonostante questo malpagati, mal nutriti ed i loro figli avevano minori possibilità di sopravvivenza di quelle che hanno oggi i loro nipoti e pronipoti e nella loro fase finale di vita, nel periodo della pensione non possono neanche permettersi il meritato riposo essendo pieni di dolori fisici irreparabili dovuti agli sforzi effettuati nella loro gioventù.
Il progresso tecnologico ha contribuito al miglioramento delle condizioni di vita di molti operai e di molti malati e di conseguenza la durata media della vita è aumentata. Il progresso però non è arrivato a tutti e nel cosiddetto terzo mondo si soffre ancora la fame, si vive in condizioni di miseria, si lavora pesantemente e si viene colpiti maggiormente dalle malattie.
Altri problemi dovuti ai progressi tecnologici sono l'inquinamento e lo spreco di risorse.
La Terra è stata paragonata dagli scienziati ad un'astronave che viaggia nello spazio, con un equipaggio formato da tutte le creature, viventi del pianeta, con riserve di acqua, di cibo, di materie prime che, pur essendo abbondanti, non sono illimitate. Ma mentre lo sviluppo delle piante e degli animali trova limiti naturali che lo frenano e lo regolano, la crescita della popolazione mondiale ha subito un incremento enorme. L'inquinamento invece è dovuto al non rispetto delle leggi che obbligano le aziende di eliminare i residui industriali e al malfunzionamento di esse nel corso del tempo. Personalmente rimango fermamente convinto che il progresso da un punto di vista della comodità va già benissimo così, è inutile portare avanti la tecnologia dei telefonini o dei computer perché già questi non fanno altro che migliorare in peggio viceversa la tecnologia deve e dovrà prima o poi soffermarsi sulle malattie tutt'ora oggi incurabili, almeno per dare una speranza, a quelle persone che sanno già di essere dei morti viventi, in quanto la malattia li ha già divorati da dentro. Solo ed esclusivamente in questo caso sono a favore del progresso, ma la ricerca del salvare le vite umane non deve allo stesso tempo comportare il sacrificio di animali nonostante questi siano pericolosi come i topi o da allevamento come i conigli perché non sta da nessuna parte scritto che l'uomo debba essere l'unica specie da salvare nel pianeta, e per questo bisogna rispettare la vita di tutti gli esseri viventi ed appunto attraverso il progresso imparare a fare test senza neanche l'utilizzo di cavie da laboratorio, che, sembra brutto dirlo, nonostante i divieti dei principali paesi del mondo continuano ad essere eseguiti di nascosto.


Nessun commento:

Scrivi un commento

Se trovate imperfezioni o volete aggiungere qualcosa all'articolo lasciate un commento.
Per commentare, dovete usare un account Google / Gmail.