Traduttore Greco Italiano di Frasi Gratis Online

E' scientificamente provato che la maggior parte delle persone che odiano il greco sono alunni del liceo classico. Essi preferirebbero eliminare questa materia ma se si eliminasse dal liceo classico allora si dovrebbe eliminare anche il liceo classico! E' questa la materia che lo caratterizza! Non ha senso tutto ciò. A questo punto tanto vale fare un piccolo sforzo e iniziare a tradurre le versioni o frasi di greco assegnate magari con qualcuno di questi traduttori online:

Esistono diversi siti per tradurre una frase dal greco all'italiano:
Google Traduttore (il più usato, ma spesso presenta errori).
Softonic (si deve scaricare)
Worldlingo (una buona alternativa)
MyMemory translated (un traduttore intelligente)
Bing Translator (Traduttore simile a Google)
Traduttore Tiscali (traduce solo per parola)
Intertran (più un vocabolario che un traduttore)
Skuola.net (Miglior sito che contiene quasi tutte le versioni di greco)

Esempio con frase:

1. FRASE DA DECIFRARE:
Leggi la frase e prova a tradurla:
πολλάκις η αιδικια καὶ ἀκολασία εχθραν τε καὶ δυστυχιαν φερουσιν ταις πολιτειαις

Se hai usato un vocabolario ti verrà fuori una cosa di questo tipo:
πολλάκις = spesso
αιδικια= ingiustizia-torto-offesa
καὶ= anche
ἀκολασία= smoderatezza-sfrenatezza-intemperanza
εχθραν= odio-rancore
δυστυχιαν= avere cattiva fortuna,non riuscire,essere sfortunato,colpito da sventura,insuccesso
φερουσιν= portare,tenere,condurre.
πολιτειαις= condizione di cittadino,diritto di cittadinanza,cittadini

2. TRADUZIONE: 
La frase sarebbe dovuta essere:
Spesso l'ingiustizia e la smoderatezza portano odio e sfortuna ai cittadini !

3. COME TRADURRE ?
La strada più semplice per una traduzione efficace è individuare dapprima il verbo (in questo caso φερουσιν era l'unico), il soggetto (qui ce ne sono due η αιδικια καὶ ἀκολασία), il complemento oggetto se si tratta di un predicato transitivo ed infine gli altri ed eventuali complementi indiretti.
Probabilmente sei stato sviato dalla presenza di τε καὶ: sono due congiunzioni copulative correlative che, se usate individualmente verranno tradotte con "e" congiunzione, se usate in correlazione (come in questo caso) verranno in genere tradotte con "sia ... sia; e ... e" o, a volte anche sono con "e" ...
da notare è la posizione di τε che, essendo congiunzione enclitica, è posta immediatamente dopo il sostantivo al quale si riferisce.

Come Studiarlo?

Direi che esercizio e studio sono tutto quello che c'è da fare, seguendo un corso, anche perché non è una lingua parlata ma è soltanto scritta.
Alle superiori viene spesso adoperato un manuale intitolato 'Il mondo greco', che aveva in parti separate la grammatica e gli esercizi. Qualunque grammatica ed eserciziario vanno bene, il greco antico è lo stesso da migliaia di anni, quindi non è che ci sono grammatiche più nuove, un po' come il latino, la grammatica è la stessa dal 1500 ad oggi.

Ma a che serve studiare greco?

Mettete che un giorno vi svegliate e inventate la macchina del tempo, almeno potrete chiacchierare con quel testone di Pitagora!
Parlando seriamente, però, il greco e il latino sono alla base della nostra lingua. Non immaginate che piacere ci sia il capire al volo il significato di parole astruse o dei termini medici e scientifici.
Ma non è questa la grandezza del latino e del greco, è la forma mentis che scaturisce dal loro studio che è preziosa.


Nessun commento:

Scrivi un commento

Se trovate imperfezioni o volete aggiungere qualcosa all'articolo lasciate un commento.
Per commentare, dovete usare un account Google / Gmail.