Proposizioni Coordinate

Per spiegare le proposizioni coordinate vi propongo queste frasi:
Fabio si alzò, aprì la finestra, si stropicciò gli occhi, guardò fuori con stupore: i tetti erano ricoperti di neve.

In questo periodo abbiamo cinque proposizioni indipendenti unite tra loro mediante segni di interpunzione. Esse si chiamano proposizioni coordinate.

La coordinazione è di due specie:

Senza congiunzioni: (o per asindeto) cioè senza legame ma per semplice accostamento, per cui le proposizioni sono separate da virgola, punto e virgola, due punti come il testo sopra.

Per mezzo di congiunzioni coordinative o coordinanti: Io leggo e tu ripeti.
Tali congiunzioni, come abbiamo già visto, si distinguono in:
  • Copulative: e, anche, inoltre, pure, ancora ecc. (positive) né, neppure, neanche, nemmeno ecc. (negative)
  • Disgiuntive: o, oppure, ovvero ecc.
  • Avversative: ma, però, anzi, al contrario, invece, nondimeno ecc.
  • Dichiarative: cioè, infatti, difatti, invero ecc.
  • Conclusive: dunque, quindi, pertanto, perciò, sicché, ebbene ecc.
  • Correlative: e.. e, né.. né, o.. o, sia.. sia, così.. come ecc.
Le preposizioni coordinate possono essere coordinate alla principale o alle altre proposizioni che compongono il periodo:

1. Esco subito e vado al cinema.
Esco subito = principale
e vado al cinema = coordinata alla principale

2. Esco subito per accompagnare Luisa e andare al cinema.
Esco subito = principale
per accompagnare Luisa = subordinata
e andare al cinema = coordinata alla subordinata

I diversi tipi di coordinate

Il tipo di congiunzione che introduce la proposizione coordinata determina il tipo della proposizione. Avremo perciò diversi tipi di proposizioni coordinate:
  • Copulative: se introdotte da una congiunzione copulativa: Pioveva e faceva freddo.
  • Disgiuntive: se introdotte da una congiunzione disgiuntiva: Essere o non essere: questo è il problema.
  • Avversative: se introdotte da una congiunzione avversativa: Aveva promesso che sarebbe venuto, invece non si è fatto vedere.
  • Esplicative: se introdotte da una congiunzione conclusiva: Non mi sento bene, quindi non uscirò di casa.
  • Correlative: se introdotte da congiunzioni correlative: Quell'abito non solo ti sta male, ma è anche molto caro.


Nessun commento:

Posta un commento

Se trovate imperfezioni o volete aggiungere qualcosa all'articolo lasciate un commento.
Per commentare, dovete usare un account Google / Gmail.