Parafrasi: Goal, Saba


Parafrasi: Goal, Saba

di Umberto Saba
Parafrasi:

Il portiere caduto in un inutile tuffo dopo aver tentato l'estrema difesa della porta si nasconde il volto per non vedere la luce del giorno che mostra la realtà triste per lui che ha subito un goal.
Un compagno si mette in ginocchio e lo invita a rialzarsi e si accorge che sta pure piangendo.
I tifosi sono percorsi da uno stato di esaltazione che li unisce.
I compagni di squadra vanno ad abbracciare il realizzatore del goal.
Agli uomini nella vita terrena è consentito di vedere pochi momenti belli come questo.
L'altro portiere, quello della squadra che ha segnato è rimasto solo nella persona ma non nella sua anima difatti per la gioia fa una capriola, per sentirsi vicino ai suoi compagni e manda baci a distanza.
Anche io (Umberto Saba) mi sento partecipe di questa festa.


Nessun commento:

Scrivi un commento

Se trovate imperfezioni o volete aggiungere qualcosa all'articolo lasciate un commento.
Per commentare, dovete usare un account Google / Gmail.