Parafrasi: Il Tuono, Pascoli

di Giovanni Pascoli
Parafrasi:

E in una notte di buio intenso e pauroso
all'improvviso con il fragore di una rupe
che frana dall'alto, il tuono rimbombò di colpo:
rimbombò, riecheggiò a tratti, rotolò cupo,
e smise, e poi rumoreggiò lontano nella notte,
e poi s'arrestò. Si sentì il movimento di una culla e il canto soave di una madre
che cercava di sopire il pianto del suo bambino svegliato dal tuono.

Parafrasi generale
Al bagliore accecante del lampo segue il fragore del tuono che cupo rimbomba <<nella notte nera>>. Una pausa di silenzio. Di nuovo echeggia lontano come rombo di rupe che frana e poi si spegne, nella notte ritornata silenziosa si ode allora il canto dolce di una madre che culla il suo bimbo risvegliato dallo schianto del tuono.


Nessun commento:

Scrivi un commento

Se trovate imperfezioni o volete aggiungere qualcosa all'articolo lasciate un commento.
Per commentare, dovete usare un account Google / Gmail.