Commento: Dei Sepolcri, Foscolo


Commento: Dei Sepolcri, Foscolo


di Ugo Foscolo
Commento:

Il tema della morte e della vita, che trova la sua manifestazione nelle "Ultime lettere di Jacopo Ortis", si compone nei Sepolcri e crea la nuova religione delle tombe.
Sono proprio le tombe che, con la loro presenza, realizzano l'illusione del nostro sopravvivere alla morte.
Vita e morte non si escludono, ma vivono nei Sepolcri in una unità perfetta.
L'amara meditazione sulla morte - fine di tutto con la quale inizia il carme è mitigata dalla fede e dal sentimento della bellezza e della vita che appariranno nel resto del carme, pur sempre affiancati alla malinconia iniziale che si continuerà in tutti i versi.
Le tombe saranno sì inutili, ma il sentimento ha bisogno di esse; le "urne confortate di pianto" consentono ai morti di continuare a vivere nel ricordo e nel culto dei vivi.
Sul nulla eterno si alza il conforto di un perenne colloquio tra i morti e i vivi. La morte intesa come nulla eterno è sentita senza l'angoscia che aveva tormentato Jacopo: nei Sepolcri il Foscolo ha vinto la crisi dell'Ortis; è svanita la disperazione suicida di Jacopo, il poeta si ridesta e si ritrova sì con la tristezza di un tempo ma con la forza della speranza. Una speranza pur velata da una sottile tristezza per la vita che passa ("non danzeran l'ore future") di cui sono ricordati gli aspetti più cari: la luce del sole, la natura feconda, i sogni e le speranze, l'amicizia, l'amore e la poesia.
Quella stessa poesia che, grazie al suo potere eternatore, è in grado di tenere in vita il ricordo del passato, che dà all'uomo un'immortalità nella storia, questa vita che trionfa sui sepolcri è velata dalla presenza ineliminabile del nulla eterno, in cui la vita individuale si chiude.
Perciò i Sepolcri non sono un inno alla vita ed all'azione ma nemmeno il pianto ed il dolore sono voci essenziali del carme.
Vi è l'uno e l'altro: la perennità della storia e la morte reale del singolo.


Nessun commento:

Scrivi un commento

Se trovate imperfezioni o volete aggiungere qualcosa all'articolo lasciate un commento.
Per commentare, dovete usare un account Google / Gmail.