Parafrasi: La Madre, Ungaretti


Parafrasi: La Madre, Ungaretti

di Giuseppe Ungaretti
Parafrasi:

Quando il mio cuore cesserà di battere e avrà fatto cadere quel muro di mistero che separa la vita dalla morte, immobile come una statua scolpita nella pietra, tenderai "decisa" le braccia verso l'Eterno implorandolo a perdonare il tuo figliolo sì che possa ricongiungersi a te nel regno della luce. E solo quando lo saprai perdonato, ti volgerai a guardare il figlio con un sospiro di sollievo: da quel momento, ricongiunta per sempre con lui, comincerà vivamente per te, madre, la pace serena dell'eternità.

Nessun commento:

Scrivi un commento

Se trovate imperfezioni o volete aggiungere qualcosa all'articolo lasciate un commento.
Per commentare, dovete usare un account Google / Gmail.