Parafrasi: In Memoria, Ungaretti


Parafrasi: In Memoria, Ungaretti

di Giuseppe Ungaretti
Parafrasi:

Si chiamava Moammed Sceab
Figlio di emiri arabi
Si suicidò perché non aveva più una patria

Amò la Francia e si cambiò il nome in Marcel
ma non era francese e non riusciva più a vivere nella tenda dei suoi genitori
alternando preghiere e bevute di caffè.

E non sapeva parlare della sua sofferenza

Ho accompagnato Marcel al cimitero
con la padrona dell’albergo dove abitavamo a Parigi
al numero 5 di rue des Carmes
un vicolo povero in discesa

Riposa nel cimitero di Ivry
sobborgo sempre disordinato
come in un giorno di mercato

E solo io sapevo che visse

LEGGI ANCHE: Commento In memoria Ungaretti


Nessun commento:

Scrivi un commento

Se trovate imperfezioni o volete aggiungere qualcosa all'articolo lasciate un commento.
Per commentare, dovete usare un account Google / Gmail.