Commento: Il Cantico delle creature


Commento: Il Cantico delle creature

di San Francesco d'Assisi
Commento:



Il Cantico di Frate Sole di San Francesco fu composto qualche hanno prima della morte dell'autore, nel 1224 circa. Nello stesso periodo anche i poeti siciliani alla corte di Federico II avevano iniziato a scrivere le loro canzoni amorose. Pertanto il 1224-25 può essere considerato come l'epifania della lingua italiana. Lirica d'amore e poesia religiosa pur nascendo nello stesso periodo hanno motivazioni e modalità diverse.
La poesia religiosa è una produzione rigorosa per tutto il Duecento. Trova il suo epicentro nell'arca umbra (per l'influenza della chiesa in quanto quei luoghi appartenevano al papa). Mentre la poesia d'amore ha per destinatari una ristretta cerchia di intenditori, la poesia religiosa coinvolge le mosse popolari di credenti perché di immediata comprensione.
La produzione religiosa del Duecento è variegata, si ha un ritorno al Vangelo, la suggestione dell'esempio di Cristo, questo dà luogo a esiti opposti: le eresie e gli ordini dei mendicanti, il ripudio dell'autorità ecclesiastica e l'obbedienza ad essa.
S. Francesco è un protagonista della produzione religiosa, con egli si ha un ritorno al Vangelo e alla pratica della povertà, proprio delle sette ereticali, ma nello stesso tempo egli rimaneva fedele alla gerarchia ecclesiastica. San Francesco nel dettare il Cantico si era proposto di offrire ai suoi frati una lode da cantare al Signore e da insegnare ai devoti. Egli loda per tutte le cose che ha creato. E questi elementi che costituiscono l'universo sono cantati nella loro bellezza e nella loro positività.
Loda tutto ciò che egli ha creato, perché attraverso le cose visibili si può constatare l'onnipotenza di Dio.


Nessun commento:

Scrivi un commento

Se trovate imperfezioni o volete aggiungere qualcosa all'articolo lasciate un commento.
Per commentare, dovete usare un account Google / Gmail.